x
Comunque

Comunque

di e con Giorgia “Gigia” Mazzucato

Testi originali di Giorgia Gigia Mazzucato 

Adattamenti di testi editi di Alessandro Bergonzoni tratti da “Nel”, “Predisporsi al micidiale”, “Le balene restino sedute”, “Madornale 33”, “La cucina del frattempo”, “Anghingò”, “Zius Zigotes”, “Non è morto né Flic né Floc”, “La saliera e l’ape Piera”

Cosa succederebbe se si prendessero nove testi di Alessandro Bergonzoni per mescolarli e rielaborarli ad arte nella vertigine di un nuovo testo?

Nascerebbe comunque uno spettacolo nuovo. O meglio nascerebbe “Comunque”. Uno spettacolo nuovo.

In “Comunque” i testi del grande paroliere italiano si intagliano con  i miei inediti per creare la storia di Désirée, la ragazza ladra protagonista di questa texture di pura comicità in cui nuovi personaggi e nuovi orizzonti si intrecciano in un nuovo mondo di parole.

Lo spettacolo si è classificato secondo nel CONCORSO NAZIONALE di Teatro Comico “Gran Premio dello Spirito” (avente come padrino da Ninetto Davoli). La sua esibizione ha destato molto interesse per le tante e differenti sfumature interpretative adottate e per le novità espressive apportate ai testi originali dell’autore bolognese.

Il testo nasce da una mia ricerca universitaria conseguente, durante la Laurea Magistrale, alla mia specializzazione nello studio drammaturgico della creatività di Alessandro Bergonzoni.

Analizzando tutti i diversi testi dell’attore bolognese, ho cominciato un lavoro di invenzione e taglio creando un nuovo testo.

 

Comunque - foto di Cristina Checchetto

foto di Cristina Checchetto

Ho cominciato a pensare allo spettacolo come un esperimento scientifico. Ho infatti cercato di creare uno “scheletro”  spettacolare diverso da quello tipico bergonzoniano, dotandolo di trama ed espedienti interpretativi differenti, per poi arrivare a riempirlo di Vita con le parole del grande autore che ho avuto modo di studiare. In questo nuovo testo ho creato personaggi e situazioni nuove accompagnandole con diverse sfumature di interpretazione, tra emozioni e narrazioni.

Chi conosce Bergonzoni, dunque, ritroverà le mie battute, ma le ritroverà in un contesto completamente nuovo.

Io cerco di creare i miei giochi. Non posso essere Bergonzoni e non posso essere un’attrice che imita Bergonzoni, sarebbe impossibile riuscirci…quindi sono me, un’attrice che crea personaggi nuovi e si diverte con loro, e le loro parole.

SCARICA LA SCHEDA TECNICA
Leave a reply